Lettera al mio compagno di banco

 In Scuole superiori, Università

Hey tu,
sono qui ad osservarti, a scrutarti, forse non lo sai e non te ne accorgi nemmeno. Te ne stai lì seduto, hai la testa ritta e lo sguardo fisso come si conviene, ma la voce del prof ti sfiora e non ti cattura, i tuoi occhi sono persi, senza luce.

Sono qui a scrutarti e penso a cosa abiti la tua mente in questo istante… Vorrei darti una carezza, per ogni attimo in cui hai sentito di non valere abbastanza, o di non valere alcunché, per ogni volta che hai pensato di voler sparire, perché tanto la terra gira lo stesso e hai voluto smetter tu di girare, perché la terra gira veloce e senti di non riuscire a starle dietro.

Ma anche per tutte le volte in cui hai cercato una risposta e la risposta è stata: indifferenza, incomprensione e spallucce; per tutte le volte in cui ti sei posto una domanda e la domanda è stata: perché mi sento vuoto e inutile? Perché d’improvviso la tristezza mi prende lo stomaco e non lo abbandona, perché non riesco più a gioire di un raggio di sole?

Vorrei spalancare le porte del tuo mondo per dirti ciò che non ho ancora avuto il coraggio di dirti limpidamente… e allora ti scrivo, per mettere ordine tra i pensieri, tra i sentimenti.
E se davanti ai tuoi occhi c’è solo il vuoto , vuota non è la tua vita, ma preziosa, inestimabile e bella da morire se solo avessi il coraggio di viverla davvero, come se fosse sempre domenica.

Forse non lo sai, ma sei stato creato così, unico e irripetibile ed è quello che puoi fare, essere meravigliosamente te stesso mettendo a fuoco chi sei. Non importa ciò che dicono gli altri, non importa quello che vorranno farti credere, non importa quante volte inciamperai e quante volte vorrai tornare indietro e scomparire ancora nella tua ombra. Puoi sempre scegliere, se credere a loro o credere in te stesso. Questo non è il momento di arrendersi.

Amala questa vita, perché è quella giusta, e non perdere l’abitudine di stupirti di ogni forma di bellezza, perché tu stesso sei bellezza. Non resta che sprigionarla.

E io sarò sempre qui per ricordatelo: vicina di banco e vicina al tuo cuore.

Sam

Post suggeriti

Leave a Comment

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt